Le spedizioni di Gusteat Spedizione gratuita per
ordini superiori a € 39

Marcozzi di Campofilone

Marcozzi di Campofilone

Barbara Marcozzi di Campofilone Marcozzi Campofilone Fermo Marche Marcozzi Campofilone Fermo Marche
Marcozzi di Campofilone
Logo Marcozzi di Campofilone
“In ogni famiglia bisogna saper fare la pasta. I Maccheroncini di Campofilone sono simbolo del paese e dell'abilità della padrona di casa”

Persone, territorio e tradizioni antiche: il segreto della pasta di Campofilone

Un antico detto recitava “l’unione fa la forza”. Ed è proprio il lavoro di squadra il segreto dell’azienda Marcozzi di Campofilone, in provincia di Fermo, nelle Marche.
Pastificio con oltre 20 anni di attività alle spalle, nasce dell’energia di tre fratelli: Gabriele, Attilio e Barbara che ereditano la passione per l’arte pastaia dalla nonna Adelina, tipica massaia “DOC” del piccolo borgo medievale di Campofilone.

Adagiato sulle dolci colline marchigiane, Campofilone sorge tra le vette dei monti dell’Appennino e la rigogliosa “riviera delle palme” nel centro-sud della regione Marche.
Un piccolo paesino di 2000 anime che però vanta un’antichissima tradizione di arte pastaia che ha dato vita al tipo di pasta di punta dell’azienda di Gabriele, Attilio e Barbara Marcozzi: i Maccheroncini di Campofilone.

Da più di 600 anni, Campofilone è tradizione

Il pastificio Marcozzi di Campofilone mantiene intatta la tradizione e l’antica ricetta dei Maccheroncini, da poco a marchio IGP, simbolo della bravura delle massaie e citati dal poeta Giacomo Leopardi tra i 49 piatti di sua preferenza. Una tradizione pastaia nata, come spesso capita per i prodotti tipici italiani, per caso o con qualche intervento fortuito della sorte.

La pasta di Campofilone vedeva la luce, già ben prima del 1400, come “principio di conservazione delle uova” nei periodi in cui la produzione di uova era massima.
Da qui, l’usanza di mescolare la semola di grano duro con quante più uova possibili ora è diventata caratteristica della pasta di Campofilone, che contiene quasi il doppio di uova rispetto alle altre paste all’uovo tradizionali. Una tradizione, inoltre, che “impone” un’essicazione lenta sui caratteristici vassoi di carta, come era usanza delle massaie nell’antichità, per conservare tutto il sapore e il gusto della pasta all’uovo

Una ricetta unica

Con l’energia del “voler fare” e la passione del “saper fare” il pastificio ha tradotto l’antica ricetta dei Maccheroncini anche ad altre tipologie di pasta: le Fettuccine, le Pappardelle, le Chitarrine, le Linguine e i Chitarroni, che esprimono la vera essenza (e il sapore) dell’unica pasta di Campofilone.

Caratteristiche
Semola di grano duro: l’utilizzo della semola di grano duro rende l’impasto più morbido e lavorabile a mano, in maniera artigianale. Il risultato è una pasta più consistente e che tiene meglio la cottura.

35,30 % di uova: la vera pasta di Campofilone richiede una percentuale di uova quasi doppia rispetto alle classiche paste all’uovo. Il che aumenta esponenzialmente la resa della pasta: con 250 g ne escono 4 porzioni abbondanti.

Essiccazione tradizionale: la pasta viene essiccata lentamente su caratteristici vassoi di carta per poi essere stesa per la sua lunghezza e non disposta a nido. È l’unico tipo di pasta al mondo ad avere tale disposizione.

La pasta nella storia: la pasta di Campofilone possiede una lunga tradizione nella storia italiana:
- 1400 – Viene citata in una corrispondenza dell’Abbazia di Campofilone;
- 1500 – E’ presenta in alcuni documenti del Concilio di Trento (1545-1563);
- '700/'800 – E’ presente tra i quaderni di ricette delle case nobili Stelluti-Scala e Vinci;
- ‘800 – Viene citata da Giacomo Leopardi tra le sue 49 ricette preferite;
- 1931 – Viene citata nella prima Guida Gastronomica d’Italia del Touring Club Italiano, come prodotto tipico di Campofilone.

Premi

2008 - Premio regionale per la Buona Imprenditoria Marchigiana “Valore Lavoro". - Premio per la migliore pratica aziendale nella Regione Marche, considerando criteri come la sicurezza, l’integrazione sociale e le pari opportunità.

2011 – Premio “Valore lavoro” - L'azienda Marcozzi viene premiata nuovamente dalla Regione Marche col premio "Valore Lavoro"

2011 – Oscar dell’Artigianato Piceno – Sezione Giovani Emergenti - Premio per l’imprenditorialità marchigiana conferito ad aziende che si sono distinte per valorizzazione del territorio, creazione di ricchezza e occupazione.

Riconoscimento da parte della Commissione Provinciale dell’appartenenza dell'azienda Marcozzi al settore delle Lavorazioni artistiche e Tradizionali nella produzione di pasta all’uovo.

Eventi

Storia dei conti Orazio, Cesare e Pietro Maria Ubaldini di Cantiano.

A cura del Prof. Stefano Lancioni.

"Utilizzando i documenti dell'Archivio di Stato di Pesaro è possibile ricostruire con precisione diversi fatti di sangue avvenuti, intorno alla metà del '600, a Cantiano". L'incontro si concluderà con una degustazione di tipicità: visciole e amarene, Pane di Chieserna, prodotti da forno della tradizione gastronomica locale ed altre eccellenza del PANIERE DELLE TIPICITA' CANTIANESI.

Sabato 2 Maggio 2015 - ore: 17:00

Blog

Ciao!
1 aprile 2015
Ciao!
1 aprile 2015
 

Oggetti 1 a 12 di 15 totali

 

Pagina:
  1. 1
  2. 2
 

Oggetti 1 a 12 di 15 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
 

Oggetti 1 a 12 di 15 totali

 

Pagina:
  1. 1
  2. 2
 

Oggetti 1 a 12 di 15 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
è stato aggiunto al tuo carrello.
Usando il nostro sito, acconsenti all'uso dei cookies.
OK